fbpx

Darwin: evoluzione e pandemia, cosa li accomuna?

Circa un anno fa qualcosa è cambiato. Ha modificato il nostro modo di vivere, di rapportarci con gli altri. Alcuni dicono che tornerà presto la “normalità”, ma di quale normalità parliamo? Durante il corso dei secoli ci sono stati molti cambiamenti, anche di tipo epocale. Il nostro periodo è uno di questi. Ma cosa hanno in comune la teoria dell’ evoluzione di Darwin e la pandemia da covid19?

Leggi tutto

Wayback Machine: viaggiare nel tempo attraverso il Web

Quanti di noi sognano di viaggiare nel tempo? Magari nel passato per vedere com’era il mondo qualche decennio o qualche secolo fa. Oppure nel futuro? Viaggiare per conoscere, capire. L’uomo nasce esploratore, ha sempre viaggiato e navigato per scoprire nuovi orizzonti.
Parlando di navigare, mi sono incuriosito. Si può navigare nel web del passato? La risposta è si.

Leggi tutto

Quanto tempo resta per un cambiamento climatico senza ritorno

Due artisti americani di New York, Gan Golan e Andrew Boyd, hanno svelato ai passanti di Union Square a Manhattan la loro nuova installazione, Climate clock. Si tratta di un orologio digitale che non segna solo il tempo o comunque uno qualsiasi: in rosso ci annuncia minacciosamente quanto poco ci rimane prima che l’umanità vada incontro a un’irreversibile emergenza climatica, in verde la percentuale di energia da risorse rinnovabili che è disponibile. Il gioco è semplice, servirebbe che la seconda arrivasse al 100 per cento, senza che la prima arrivi a zero, o per lo meno anticipandola.

Leggi tutto

Vaccine day: inizia la vaccinazione anti covid19

Oggi giorno storico per l’inizio in Europa e quindi anche in Italia. Il presidenre Conte apre questa giornata con un tweet che descrive l’inizio delle vacinazioni. Prime dosi distribuite in tutta Italia, da Nord a Sud. Protagonisti soprattutto medici e infermieri che invitano a seguire il loro esempio.

Leggi tutto

Un cranio fossile riscrive la storia degli ominini

La scoperta di un nuovo cranio fossile di Paranthropus robustus di circa 2 milioni di anni fa, rinvenuto nel sito paleoantropologico di Drimolen, ha portato nuova luce sui processi microevolutivi subiti dalla specie estinta di ominini, che visse probabilmente un periodo di rapido e turbolento cambiamento climatico.

Leggi tutto
Translate »
error

Seguici sui social!