fbpx

Era il 1994: un sito web iniziava a vendere libri

Sono passati 27 anni dalla sua fondazione. Il nome scelto per la libreria on line “Rio delle Amazzoni”. Successivamente la chiamarono “Amazon”. Oggi è la più grande pattaforma on line su internet, conosciuta in tutto il mondo e vende tutto, dalla A alla Z per l’appunto.
L’azienda fu fondata con il nome di Cadabra.com da Jeff Bezos il 5 luglio 1994 e lanciata nel 1995, Amazon.com. Da libreria on line presto inziò a vendere DVD, CD musicali, software, videogiochi, prodotti elettronici, fumetti, abbigliamento, mobilia, cibo, giocattoli e altro ancora per diversificare le sue attività. Creò poi altri siti in Canada, Regno Unito, Germania, Australia, Francia, Italia, Spagna, Cina, Brasile, Messico, Giappone, Paesi Bassi, India, Svezia e Polonia e spedisce i suoi prodotti in tutto il mondo. Entrò nel mercato azionario il 15 maggio 1997, sul NASDAQ con il simbolo AMZN con un prezzo iniziale di $18,00 per azione (equivalente a $1,50 dopo tre stock split alla fine degli anni novanta). Il 30 aprile 2020, in piena crisi COVID-19, raggiunse la quotazione record di 2 474 $.
Oggi vale circa 416 miliardi di dollari, il suo fatturato è cresciuto di circa il 30% nell’ultimo anno, nonostante la pandemia da covid19. Lo seguono Apple che vale 352 miliardi (+14%), Microsoft 326 (+30%) e subito sotto il podio c’è Google con 323 miliardi (+5%). L’unica italiana è Gucci, al 49mo posto con un valore del suo marchio di 27,23 miliardi (+8%). L’azienda inoltre ha molti altri progetti per il futuro. Dopo aver lanciato Alexa ed suoi componenti per l’attivazione dei servizi vocali, sta entrando nel settore dell’energia pulita attraverso l’utilizzo di impianti eolici. Mentre state leggendo questo articolo l’azienda ha già veduto solo oggi circa un milione di prodotti nel mondo.

Translate »
error

Seguici sui social!