fbpx

Cosa significa “SPQR”

Quante volte nei film, nei libri di scuola e voltando lo sguardo, ci si è imbattuti nella scritta SPQR? Simbolo di Roma sin dalle sue origini, la scritta pare aver avuto due significati diversi nel corso del tempo e oggi è ancora visibile in diversi monumenti.
L’abbreviazione in origine stava per Senatus Populus Quirites Romani, ovvero il Senato e il popolo romano dei Quiriti che erano i cittadini che godevano di pieni diritti. Successivamente SPQR venne tradotta con Senatus PopulusQue Romanus, ovvero semplicemente il Senato e il popolo romano. Nel corso del tempo le legende legarono l’acronimo a diverse traduzioni da Sapiens Populus Quaerit Romam – Un popolo saggio ama Roma – a Sanctus Petrus Quiescit Romae – San Pietro riposa a Roma.Quante volte nei film, nei libri di scuola e voltando lo sguardo, ci si è imbattuti nella scritta SPQR? Simbolo di Roma sin dalle sue origini, la scritta pare aver avuto due significati diversi nel corso del tempo e oggi è ancora visibile in diversi monumenti.
L’abbreviazione in origine stava per Senatus Populus Quirites Romani, ovvero il Senato e il popolo romano dei Quiriti che erano i cittadini che godevano di pieni diritti. Successivamente SPQR venne tradotta con Senatus PopulusQue Romanus, ovvero semplicemente il Senato e il popolo romano. Nel corso del tempo le legende legarono l’acronimo a diverse traduzioni da Sapiens Populus Quaerit Romam – Un popolo saggio ama Roma – a Sanctus Petrus Quiescit Romae – San Pietro riposa a Roma.
S.P.Q.R. Abbreviazione frequente nelle epigrafi latine per indicare il popolo romano. Forse equivalente in origine a Senatus Populus Quirites Romani (➔ Quiriti), fu poi intesa (sempre in epoca romana) come Senatus Populusque Romanus. La formula, per esteso o abbreviata, è usata nelle iscrizioni monumentali. La sigla, tornata in auge nel Medioevo (12° sec.), ricorre sulle monete del senato romano di quel periodo.

fonte: www.treccani.it

Translate »
error

Seguici sui social!