fbpx

Russia e Ucraina: Dalla crisi alla guerra

La domanda che si fanno un pò tutti è: “Perchè è scoppiata la guerra tra Russia ed Ucraina?”. La risposta non è cosi semplice ed immediata. Sul web gli articoli si diffondono in maniera virale e talvolta si rischia di leggere una fake news ovvero una notizia falsa e non ufficiale. Proprio così, le notizie che leggiamo devono essere basate su fonti ufficiali. Ma andiamo per gradi. L’Ucraina nasce come Stato indipendente nel 1991, a seguito della caduta dell’Unione Sovietica, ma sperimenta una crescente instabilità, soprattutto agli inizi del nuovo millennio. Ci sono quindi due fazioni principali: quella filo europea e quella che mantiene un legame storico con la Russia.  Con la presidenza di Viktor Yanukovych (eletto nel 2010 ma in precedenza primo ministro) la situazione diventa più evidente e più crtica. È sotto la sua leadership che il Paese vira decisamente verso la Russia. Questo spostamento dell’asse politico si palesa nel 2013 con il rifiuto, da parte di Yanukovych, di firmare l’accordo di associazione e libero scambio con l’Unione Europea. Immediate (siamo in novembre) le proteste di piazza (che prendono il nome di “EuroMaidan” e in cui sono presenti nazionalisti filo-occidentali e antirussi, alcuni dei quali neonazisti), che infiammano il Paese, fanno un centinaio di morti e si concludono, tre mesi più tardi, con la fuga di Yanukovych. Nel marzo 2014 l’Ucraina perde un parte del proprio territorio, infatti la Russia sancisce ufficialmente la secessione della Repubblica di Crimea dall’Ucraina e la sua annessione alla Federazione Russa. La regione del Donbass, nell’Est dell’Ucraina, segue a ruota l’esempio della Crimea, scatenando una guerra civile nelle province di Donetsk e Lugansk, che si autoproclamano repubbliche indipendenti. Nel febbraio 2015 viene stipulato l’accordo detto Minsk II e si giunge a un cessate il fuoco. Tuttavia gli impegni assunti non vengono del tutto rispettati dalle parti, con la conseguente nascita di una vera e propria crisi. Arriviamo quindi ad oggi, quando Putin, ritendendo inaccettabile che l’Ucraina possa entrare nella Unione Europea e sopratutto nella Nato, scatena una vera e propria invasione dell’Ucraina e quindi una guerra. Ci sono ancora molti interessi da entrambe le parti e arrivare ad un vero e proprio accordo al momento non sembra facile. Da sottolineare che le origini della Russia, come la cosciamo oggi nascono proprio dall’Ucraina e da Kiev. Infatti i primi popoli di nazionalità russa si formano verso la fine del IX secolo intorno a Kiev, entro i confini di uno Stato che prese il nome di Rus’ di Kiev, grazie all’opera di principi del popolo chiamato Rus’ (“rematori”) provenienti da Velikij Novgorod, sotto la guida di Rjurik I. Sicuramente nel corso di questo periodo, torneremo ad approfondire questo argomento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Translate »