Riso contaminato da pesticidi e metalli: pericoloso per la salute

Una nota rivista ha pubblicato le analisi su numerosi marchi di riso: molti sono risultati essere pericolosi per la salute. Ecco quali sono.

Il riso è senza ombra di dubbio uno dei cerali più amati e consumati al mondo. Si ipotizza che questo cereale sia nato 4mila anni prima della nascita di Cristo in Asia e nei pressi della catena montuosa dell’Himalaya per poi diffondersi in Medio Oriente, Africa ed Europa. In Italia la produzione maggiore di riso avviene nella zona della Pianura Padana.

Ad oggi il riso è coltivato in tutto il mondo e, da solo, soddisfa il 50% delle richieste alimentari della popolazione mondiale. Proprio in questi giorni il riso è balzato alla cronaca nazionale poiché alcune marche sono state analizzate e si è scoperto che presentano un’alta concentrazione di pesticidi e metalli pesanti.

Riso, pesticidi e metalli: i risultati dei test scientifici

La rivista tedesca “Okotest” ha pubblicato i risultati di alcuni test effettuati sul riso. In totale sono state testate 21 marche di riso, sette di riso integrale, sette di riso per risotti e sette marche di riso basmati. Di questi 21 marchi ben 11 sono biologiche ma, nonostante questo, sono stati trovati all’interno dei chicchi metalli pesanti come arsenico e cadmio e anche dei pesticidi.

riso ritirato
Ecco i risultati dello studio sul riso-Lineatemporale.it

Nel dettaglio cinque marchi hanno avuto una valutazione “scarsa” o “inadeguata” mentre solo 4 marchi sono consigliati con il massimo dei voti. Ad essere assolutamente bocciato è il riso della marca Norma Bio-Sonne che presenta alti livelli di dicloroetano, un pesticida vietato nell’Unione Europea e classificato come cancerogeno.

Bocciato anche il riso biologico Bio Sonne natural: al suo interno sono stati rilevati idrocarburi di oli minerali aromatici (Moah) che possono contenere anche composti cancerogeni. Quest’olio minerale è presente negli inchiostri da stampa o nei sacchi di iuta in cui è trasportato il riso. La contaminazione sarebbe dunque avvenuta in questo modo.

Ben quattro dei sette risi per risotto testati presentavano poi livelli “aumentati” di arsenico inorganico, tossico e cancerogeno. Nel riso premium a grani lunghi Rapunzel sono state trovate tracce di cadmio, metallo pesante tossico che, se consumato in dosi elevate può causare danni ai reni e alle ossa.

Nell’analisi di altre marche di riso sono state trovate tracce di Deltametrina, un insetticida tossico per le api. Trovato anche il Tebuconazolo, fungicida triazolico usato in agricoltura per trattare i funghi patogeni delle piante e considerato probabilmente dannoso per il bambino nel grembo materno.

Impostazioni privacy