Prepara al meglio il tuo giardino per l’arrivo del freddo: 6 consigli da mettere subito in pratica

L’autunno è il mese della prevenzione per il giardino, tutti i consigli su come ritrovarlo rigoglioso a primavera

Malgrado la persistenza delle alte temperature fino ad autunno inoltrato, la malinconica stagione che precede i mesi invernali inizia a dare i suoi segnali con la vegetazione ormai a riposo e la progressiva caduta delle foglie ormai secche. Ma come possiamo proteggere prati e giardini e ripararli dalle temperature basse e dalle gelate invernali, che inevitabilmente arriveranno, per ritrovarli poi a primavera di nuovo rigogliosi?

Alcuni consigli arrivano da OBI uno dei principali operatori del settore bricolage in Italia che ha stilato un utile elenco di dritte per preparare il giardino ai mesi invernali. Le piante non resistenti al freddo e al gelo devono in primis essere trasferite in un luogo protetto o comunque devono essere protette da una copertura. Tuttavia, tutto il giardino in realtà necessita di cura e preparazione prima dell’arrivo del freddo.

Per prima cosa è importante la potatura delle piante e delle siepi prima che arrivino i mesi invernali, questo le renderà poi rigogliose nei mesi primaverili. Sarà poi importante eliminare il fogliame, quindi riporre attrezzi e mobili da giardino riparandoli dalle intemperie. Ma vediamo nel dettaglio come operare per salvaguardare uno degli angoli più belli della nostra casa, ovvero gli spazi verdi.

Le attività autunnali per proteggere il giardino

Una delle attività più importanti che salvaguardano il nostro giardino è quella di rimuovere il fogliame perché la sua permanenza sul prato può impedire la crescita delle piante sottostanti. Si può eventualmente anche attendere di farlo fino al primo gelo, quando la maggior parte delle foglie è ormai già caduta a terra. Per la loro rimozione si può utilizzare un aspiratore o un soffiatore, ma nei giardini di dimensioni ridotte è possibile utilizzare un semplice rastrello.

Curare giardino in inverno
Cosa fare per salvaguardare il nostro giardino in inverno – lineatemporale.it

Chi possiede un composter può utilizzarlo inserendo le foglie raccolte, i residui d’erba del giardino e farne un ottimo terriccio in primavera. Sulle aiuole, nel contempo, si può lasciare il fogliame come protezione che isola le piante dal gelo, soprattutto le radici che sono le parti delle piante più sensibili al gelo. Altrimenti si possono utilizzare rami di abete o teli di protezione.

Sarà inoltre indispensabile spostare alcune piante in un luogo protetto all’interno, a una temperatura di massimo 10 °C. Una serra potrebbe rappresentare la soluzione perfetta, ma in alternativa andranno bene anche un corridoio, una cantina o un garage. Le piante da vaso troppo pesanti possono invece essere protette con dei teli che avvolgono il vaso e le radici. La corona della pianta può essere coperta con un telo o un sacco di iuta.

Anche la potatura è importante, eseguita in autunno regala più energia alle piante e fa sì che i rami crescano più rigogliosi in primavera. Con le forbici da giardino e il troncarami vanno eliminati tutti i rami malati e morti e quelli troppo carichi. Il taglio va eseguito il più vicino possibile al tronco o direttamente al di sotto di un giovane ramo. In caso di temperature inferiori a – 5°C i rami non devono essere potati.

Prima dell’inizio dell’inverno anche attrezzi e macchinari da giardino vanno riparati, puliti e protetti da freddo, umidità e gelo in modo che siano pronti per i lavori di primavera. Infine, anche mobili e oggetti in legno e plastica dovranno essere coperti con appositi teli da giardino per ritrovarli poi a primavera pronti per l’utilizzo senza segni di danneggiamento da freddo e umidità.

Impostazioni privacy