Mara Venier, la prima da stilista è un tripudio di pubblico: “A tutte le donne come me”

Mara Venier debutta come stilista. Per l’autunno/inverno 2023, la conduttrice ha voluto dedicare una collezione a tutte le donne.

La moda passa, lo stile resta…diceva Coco Chanel. Di sicuro la prima collezione di Mara Venier non passerà di moda molto presto. Vediamo insieme tutti i dettagli.

C’è un concetto che quasi tutte noi donne abbiamo dimenticato: non dobbiamo essere noi ad adattarci ai vestiti ma devono essere gli stilisti a disegnare vestiti che si adattino al corpo femminile. Che poi dire corpo femminile vuol dire poco e niente perché ogni donna è fatta a modo suo. Ci sono le donne altissime e magrissime e quelle basse e tutte curve. Ci sono le donne con il seno piccolo e quelle con il seno abbondante; quelle con i fianchi larghi e quelle che i fianchi quasi non li hanno.

Una cosa è certa: un bravo stilista deve saper vestire tutti i fisici. È abbastanza frustrante entrare in un negozio e scoprire che le uniche taglie disponibili sono la 40 e la 42. E chi porta la 38 oppure la 46 cosa si mette? Per colmare questo vuoto che, purtroppo, ancora esiste, è scesa in campo Mara Venier. La bionda conduttrice veneta ha firmato una collezione per la stilista Luisa Viola per la stagione autunno/inverno 2023.

Ecco la collezione di Mara Venier

La moda è un gioco, non una dittatura che impone alle donne in quale taglia di abiti devono entrare. Sempre tenendo conto della salute, ogni donna ha il diritto di avere il corpo che desidera. C’è chi si piace con una taglia 38, chi con una taglia 42 e chi con una 46. Tutte hanno il diritto di vestire elegante. E Mara Venier ha pensato anche a chi è spesso tagliata fuori dalle collezioni dei grandi stilisti.

Mara Venier e Luisa Viola
La collezione di Mara Venier per Luisa Viola-(Instagram @mara_venier) Lineatemporale.it

Abiti e gonne cosparsi di pailettes, camicie di seta, maglie sexy, pellicciotti maculati. La donna che Mara Venier vuole vestire è una donna sicura di sé, una donna che si piace e che non si vergogna delle sue curve e delle sue forme generose. In passerella modelle curvy, taglie 44-46 circa con addosso abiti meravigliosi ed eleganti.

Molto spesso, infatti, le donne con seno abbondante e fianchi larghi tendono a voler mascherare le loro forme e si nascondono sotto maglioni oversize. Niente di più sbagliato. Le curve non devono essere mortificate ma esaltate. E Mara Venier lo sa bene. Da ragazza ha fatto perdere la testa a molti uomini con il suo fisico da Pin-up. E tutt’oggi mostra con orgoglio le sue forme.

Il messaggio è chiaro: curvy non vuol dire grassa né obesa esattamente come magra non vuol dire scheletrica. Tenendo sempre conto dell’importanza di essere normopeso per la salute, è giusto che ogni donna valorizzi il corpo che la natura le ha dato.

Impostazioni privacy