Centro cittadino chiuso al traffico delle auto: a partire dal 2024 cambi tutto per la mobilità

Una importante città italiana chiude al transito delle auto il proprio centro cittadino a partire dal 2024: i dettagli.

L’attenzione all’ambiente è oggi uno dei pilastri fondamentali non solo per gli ambientalisti ma anche per governi europei ed amministrazioni locali. La transizione ecologica è uno degli obiettivi fondamentali dell’Unione Europea e, in questa lotta per la vittoria del verde anche l’Italia si batte tra le prime linee.

Uno dei problemi che maggiormente attanaglia le città italiane è lo smog. Gas di scarico e polveri sottili rendono spesso irrespirabile l’aria soprattutto delle grandi città. L’inquinamento atmosferico è responsabile di tantissime problematiche di salute che vanno dall’asma alla maggiore possibilità di sviluppare tumori.

Troppo smog: Milano chiude al traffico il centro cittadino

Proprio per contenere lo smog cittadino che Beppe Sala, sindaco di Milano, ha deciso di chiudere al traffico privato il centro della città meneghina entro il primo semestre del 2024. Il capoluogo lombardo si è classificato tra le prime cinque città in cui i limiti di concentrazione di polveri sottili stabiliti dall’Organizzazione Mondiale della Sanità vengono frequentemente superati.

centro cittadino chiuso al traffico
Milano chiude il centro storico al traffico Lineatemporale.it

Secondo una indagine di Deutsche Welle, in collaborazione con lo European Data Journalism Network, Milano è anche una delle città italiane che ha superato più frequentemente i limiti di qualità dell’aria. Come se non bastasse, nel marzo 2023 Milano si è posizionata come la terza città più inquinata al mondo, secondo i dati forniti dalla piattaforma IQAir.

Proprio a causa dei terribili dati sull’ambiente che, lo scorso luglio, la giunta comunale di Milano ha deciso di prendere seri provvedimenti che riguardano la promozione della mobilità sostenibile e, al contempo, la riduzione dell’inquinamento. La chiusura al traffico privato permetterà di ridurre l’inquinamento atmosferico e acustico, migliorando la qualità della vita dei residenti e dei turisti.

Milano, come cambia la mobilità urbana

Le zone dove sarà interdetto alle auto di circolare interesserà il così detto quadrilatero della moda, che comprende le vie Montenapoleone, Via della Spiga, Via Sant’Andrea e Via Manzoni. In queste zone saranno ammessi solo i taxi, i mezzi pubblici e i veicoli autorizzati, come quelli dei residenti e dei fornitori.

centro cittadino chiuso al traffico
Riduzione smog a Milano con chiusura del traffico – Lineatemporale.it

In corso Venezia, all’incrocio con via Senato, saranno installate telecamere per registrare i passaggi. Le auto private non potranno accedere, a meno che non siano veicoli di residenti con garage o di coloro che stanno andando a parcheggiare nei parcheggi sotterranei. In prossimità degli ingressi dei parcheggi, saranno posizionate ulteriori telecamere in grado di leggere le targhe e cancellare eventuali multe.

Infine, Beppe Sala ha rivelato che esisterebbe anche la possibilità di allargare ulteriormente l’area interdetta al traffico privato. Questo potrebbe rappresentare un passo storico nell’evoluzione della mobilità urbana. L’iniziativa ha  riscontrato anche un ampio consenso per quanto riguarda le case di moda.

Impostazioni privacy