3 bonus per giovani da richiedere subito: ecco quali sono

Anche per il 2023 i giovani possono richiedere tre bonus molto vantaggiosi: vediamo quali sono e come fare per ottenerli

Gli ultimi anni passeranno sicuramente alla storia come gli anni dei bonus e degli incentivi. Gli italiani hanno infatti imparato a conoscere e prendere confidenza con tante agevolazioni dagli anni scuri della pandemia da Covid-19. I primi bonus furono introdotti dal governo Conte a cui hanno fatto seguito quelli del governo Draghi ed, infine, quelli del governo Meloni.

Il governo in carica, in particolare, ha prorogato tantissimi bonus per i giovani che erano stati emanati dai suoi predecessori. Tra questi sono tre i bonus che i giovani dovrebbero richiedere subito poiché sono davvero molto convenienti. Vediamo nel dettaglio di quali incentivi si tratta.

Bonus riservati ai giovani: ecco quali sono

Uno dei tre bonus che i giovani under 36 possono richiedere prima della fine dell’anno è il bonus Prima Casa. Inserito nel Dl Sostegni bis del 2021, il bonus ha il fine di incentivare i giovani ad acquistare un immobile. L’assegnazione di questo bonus dipende dalla situazione ISEE che non deve superare i 40mila euro annui.

Bonus 2023 per i giovani in scadenza
Affrettati prima che sia troppo tardi – Lineatemporale.it

Le agevolazioni per il bonus prima casa under 36 destinate ai giovani si azionano tramite l’accesso al credito per l’acquisto della prima casa e con i benefici fiscali sulla tassazione applicata all’acquisto. Lo Stato si espone per l’80% sull’acquisto della prima casa se non si tratta di una abitazione di lusso e il richiedente non possiede altri immobili e la richiesta di mutuo non superi i 250 mila euro.

I giovani che usufruiscono di questo bonus ottengono l’esenzione dall’imposta di registro e dalle imposte ipotecaria e catastale; la riduzione del 50% sugli onorari notarili e l’esenzione dall’imposta sostitutiva di un eventuale mutuo, pari allo 0,25% dell’ammontare richiesto.

I giovani dai 20 e fino ai 31 anni possono invece chiedere il Bonus Affitto che consente di avere una detrazione fino a 2mila euro sul modello 730 per chi vive in affitto. In caso di locazione di immobili adibiti ad abitazione principale l’agevolazione consente di avere per i primi quattro anni uno sconto IRPEF del 20% e fino a 2.000 euro con un minimo di 991,60 euro.

Oltre al requisito anagrafico, per avere il bonus bisogna avere un reddito complessivo fino a 15.493,71 euro annui mentre l’immobile in affitto dovrà essere adibito a propria residenza. Sarà inoltre necessario che la stessa sia diversa dall’abitazione principale di genitori o affidatari.

Un terzo ed ultimo bonus riservato ai giovani è il Bonus Cultura 2023 che ammonta a 500 euro ed è destinato a coloro che nel 2023 hanno compiuto 18 anni. L’importo del bonus può essere speso per l’acquisto di oggetti e attività culturali come libri, biglietti per concerti, mostre, fiere, musei, spettacoli teatrali, cinema, concerti ma anche per computer e tablet.

Per poter accedere al bonus cultura bisogna avere una identità digitale SPID, attivabile presso un qualsiasi sportello di Poste Italiane e registrarsi sul sito 18App del MIUR. Il sito è aggiornato con i termini e le scadenze per la riscossione del bonus cultura da parte degli studenti nati nel 2004. Ricordiamo, infine, che il bonus cultura per chi ha compiuto 18 anni nel 2023 è fruibile entro il 30 aprile 2024.

Impostazioni privacy